Aiuti agli agriturismi colpiti da Covid: al via le domande

Pubblicato il bando Psr Misura 21.1 “Covid” per gli agriturismi e le fattorie didattiche: al via dal 7 ottobre le domande di aiuto. I requisiti per accedere ai contributi a fondo perduto e i tetti delle sovvenzioni.

La Regione Toscana  ha approvato il bando attuativo della sottomisura 21.1 denominata “Eccezionale aiuto temporaneo per l’agriturismo e le fattorie didattiche particolarmente colpiti dalla crisi covid 19″.

La campagna di presentazione delle domande decorre dal 7 ottobre 2020 ed entro le ore 13.00 del 6 novembre 2020.

Le aziende beneficiarie devono risultare attive nei comparti dell’agriturismo o delle fattorie didattiche alla data di presentazione della domanda di sostegno e devono aver avviato tali attività, ovvero devono aver presentato la relativa Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) o variazione al Suap (Sportello unico per le attività produttive) di riferimento, non più tardi del 31 gennaio 2020.  

Le aziende beneficiarie inoltre devono aver presentato un piano colturale grafico nell’annualità 2019, ovvero dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019;  nel caso di azienda che si è costituita successivamente al 31 dicembre 2019 il piano colturale grafico deve essere presentato entro il 31 gennaio 2020.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo del contributo pubblico erogabile, una tantum, per ciascuna azienda agricola è modulato sulla base dei seguenti criteri:

  1. Aziende agrituristiche che esercitano tutte le seguenti attività: pernottamento (in camere o unità abitative e/o agricampeggio/agrisosta camper), somministrazione pasti, degustazione e attività sociale e di servizio per le comunità locali e/o fattoria didattica = fino ad un massimo di € 7000;
  2. Aziende agrituristiche che esercitano tutte le seguenti attività: pernottamento (in camere o unità abitative e/o agricampeggio/agrisosta camper), somministrazione pasti e degustazione = fino ad un massimo di € 5000;
  3. Aziende agrituristiche che esercitano una o due tra le seguenti attività: pernottamento (in camere o unità abitative e/o agricampeggio/agrisosta camper), somministrazione pasti, degustazione = fino ad un massimo di € 3000;
  4. Aziende agrituristiche che esercitano la sola attività sociale e di servizio per le comunità locali o aziende agricole/agrituristiche che esercitano la sola attività di fattoria didattica = fino ad un massimo di € 2000.

Inoltre si avverte che il bando è condizionato all’approvazione definitiva da parte della Commissione europea della proposta di modifica del Psr che ha previsto l’introduzione della misura n. 21.1. Se questo presupposto venisse meno, il presente bando sarà revocato dall’Amministrazione.

2020-10-07T14:12:39+00:00 7 Ottobre 2020|Notizie|
Apri chat
Bisogno di aiuto? Chatta con noi
Chatta con noi