Riconoscimento alle aziende zootecniche dei danni da predazione provocati dal lupo anno 2018

Spettabile,

la presente per informare che da ieri, 11 marzo 2019 è attiva, sul portale di ARTEA, la compilazione del modello di segnalazione “attacco predatorio” causato da Lupo .

Il bando per l’attuazione dell’intervento relativo al “Riconoscimento alle aziende zootecniche dei danni da predazione provocati dal lupo (canis lupus)” si riferisce all’annualità 2018 e prevede:

Descrizione

L’indennizzo è concesso nell’ambito degli “Orientamenti dell’Unione Europea per gli aiuti di stato nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali 2014/2020” del 1/7/2014 n. 2014/C204/01. Possono fare richiesta gli imprenditori agricoli (PMI attive nella produzione agricola primaria) con allevamento zootecnico posto nel territorio regionale che abbiano subito un evento predatorio, certificato da veterinario ASL, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018, che abbia causato la morte o il ferimento grave (destinato a morte) di uno o più capi allevati, ed è subordinato all’applicazione di almeno una misura di prevenzione.

L’indennizzo è concesso:
– per i danni diretti: costo degli animali uccisi o morti/abbattuti a seguito delle ferite riportate (sulla base dei valori di mercato come da allegato 1 al decreto)
– per i costi indiretti: i costi veterinari documentati relativi al trattamento di animali feriti;
L’aiuto è riconosciuto per il 100 % dei costi diretti ammessi mentre i costi indiretti (spese veterinarie) per l’80% dei costi ammessi.

Per accedere all’indennizzo è necessario dimostrare di avere messo in atto, in azienda, prima dell’attacco, almeno una misura di prevenzione (cani da guardia e/o recinzioni di sicurezza).

Le domande devono essere presentate  sul sistema informativo di ARTEA nel periodo compreso tra il 11/03/2019 e il 31/03/2019  ed è ammessa una sola domanda ad evento (pertanto ogni allevatore dovrà presentare un numero di domande pari al numero di eventi predatori subiti e certificati). Le domande non sono soggette ad imposto di bollo. Alla domanda deve essere allegato copia del certificato veterinario attestante: azienda zootecnica, luogo e data dell’evento predatorio, numero, tipologia  e codice identificativo dei capi morti, numero e tipologia dei capi gravemente feriti destinati a morte, che la morte o il grave ferimento degli animali è conseguenza di un attacco predatorio.

Le risorse economiche ad oggi disponibili per l’attuazione del presente bando ammontano ad euro 500.000 (come da Deliberazione GR n. 115 del 4/2/2019).

 

Per i danni indiretti subiti all’allevamento (perdita di reddito) in regime de-minimis per gli anni 2017 e 2018 i bandi saranno deliberati in seguito, come da protocollo d’intesa di cui alla Delibera di Giunta regionale n. 85 del 28 gennaio 2019.

Cordiali saluti.

UFFICIO TECNICO

Confagricoltura Pistoia

 

2019-11-06T16:35:53+00:00 12 Marzo 2019|Notizie, Zootecnia|
Apri chat
Bisogno di aiuto? Chatta con noi
Chatta con noi